sabato 18 febbraio 2017

Treccia a cinque capi

Io amo le trecce e mi piacerebbe aprire una sezione sul mio canale youtube dedicata ai tutorial di trecce, nello specifico.
Fin ora le acconciature le ho sempre abbinate a contesti e make up, creando dei look completi, ad esempio nella rubrica dedicata alla Sicilia o quella sulla ricostruzione di personaggi.
Ora ho deciso di scindere le due cose e fare dei video mirati e semplici, proprio sui capelli.
Oggi ho realizzato questa magnifica treccia, per la quale è richiesta una certa manualità, ma basta esercitarsi un po', dopo aver capito il meccanismo di esecuzione, per impararla.
 State connessi! Ci vediamo presto sul mio canale!


Angela Biotrucco

domenica 12 febbraio 2017

Trecce francesi

Non sono mai stata in Francia, chissà com'è.
Ne parlano tutti bene, dicono sia un posto molto elegante e romantico, soprattutto Parigi.
Adoro le calze parigine, le scarpe parigine, i cappelli alla francesina e le trecce francesi.
Un'acconciatura sbarazzina, che tiene i capelli, soprattutto quelli piuttosto lunghi, in perfetto ordine è la treccia francese doppia. La realizzo spesso ultimamente per uscire, in modo particolare di giorno, quando vado a fare la spesa. Mi da l'aria di una scolaretta sofisticata, che ne dite?
A volte opto per la treccia francese singola, molto più seria, visibile solo da dietro, ma senza lacca, non mi dura per molto tempo impeccabile: i piccoli capelli in ricrescita svolazzano su al primo colpo di vento.

giovedì 9 febbraio 2017

Biscotti proteici veg per sportivi

Da un po' di tempo volevo farmi i biscotti a casa. Quelli comprati stavano finendo per darmi sui nervi: troppo dolci, troppo pieni di sostanze dannose, insapori anche se bio, privi di nutrienti, olio di palma si, olio di palma no... Che stress leggere le etichette per scegliere il biscotto perfetto!
Alla fine mi sono armata di creatività, ho comprato ingredienti, secondo le mie preferenze e mi sono messa all'opera, senza seguire una ricetta precisa, ma solo il mio intuito e questo è ciò che ne è venuto fuori: il biscotto perfetto per una colazione nutriente, energetica e salutare, senza latte, nè uova, nè burro.
Risultati immagini per gif animate biscottini
Ecco gli ingredienti che ho selezionato per le loro proprietà:
I semi di canapa, che premetto, non contengono sostanze cannabinoidi, sono dei semi piccolini ricchissimi di proteine. I semi di lino contengono acidi grassi omega3, che fanno bene al cuore. La quinoa contiene tutti gli amminoacidi essenziali per l'organismo.


Ricetta
Ingredienti per l'impasto:
- 25 gr di semi di canapa,
- 460 gr di farina integrale di grano,
- 100 gr di zucchero di canna frullato,
- 125 gr di farina di cocco,
- 100 gr di semi di lino macinati,
- 125 gr di farina di quinoa,
- latte di soia q. b.
- una bustina di lievito per dolci.

Preparazione impasto:
Macinare i semi di lino in un frullatore o macina-caffè, versarli in una ciotola e ricoprirli di acqua perchè rilascino le mucillagini.
Per questo sono ottimi per sostituire le uova negli impasti.
Frullare i semi di canapa e aggiungerli alle altre farine,
Mischiare su un piano da lavoro in legno e aggiungere la pastella dei semi di lino con acqua, impastare con le mani.
Far sciogliere il lievito in una tazza con latte di soia e versarlo impastando al resto del composto, fino ad ottenere una palla densa. Se risulta appiccicosa aggiungere della farina di grano integrale.
Stendere con un mattarello e con delle formine tagliare i biscotti.
Preriscaldare il forno a 180° e preparare delle teglie sulle quali mettere della carta forno.
Adagiare i biscotti sulle teglie e mettere in forno per 10 minuti.

Sfornare e lasciare raffreddare.

Ingredienti per la copertura:
- 400 gr di cioccolato fondente,
- un cucchiaino di miele.

Copertura di cioccolato:
Far sciogliete a bagnomaria il cioccolato e aggiungere il miele.
Immergere i biscotti e lasciare raffreddare fino alla solidificazione della copertura su della carta forno.

Servire freddi.

Risultati immagini per gif animate biscottini


















Treccia a gabbia

Da quando ho ricomprato la spazzola sciogli-nodi Tangle Teezer che avevo perso e della quale avevo fatto a meno per un lungo periodo, ho riscoperto il piacere di acconciarmi i capelli.
Ebbene, a questo ha contribuito anche l'uso costante di impacchi di hennè, che hanno di gran lunga reso i miei capelli più disciplinati del normale.

Questa treccia, cosiddetta "a gabbia" la realizzavo da dietro su me stessa, contorcendo e stirando le braccia peggio di una contorsionista.
Di recente ho trovato su internet, guardando video tutorial sulle acconciature, un metodo inverso, che permette di realizzarla davanti e di rivoltarla all'indietro, una volta completato il lavoro di intrecciamento.
Riesco a farla in meno di 5 minuti, pur avendo una cospicua massa di capelli e viene assolutamente perfetta, potendola gestire quasi come se la si facesse su di un'altra testa che non è la mia.

Ciò che mi ispira è di inserirla in un contesto medievale, su un personaggio femminile della saga di re Artù.
Prossimamente ne farò un tutorial in cui vi spiegherò come realizzare agevolmente questa acconciatura, indossando qualcosa di più appropriato rispetto alla tuta che ho in questa foto per stare comoda a casa.

Mi piacerebbe appunto contestualizzarla, così come ho fatto con l'acconciatura di Sissi.
State connessi!
Prossimamente su Angela Biotrucco Youtube!












giovedì 2 febbraio 2017

Acconciature da cerimonia con le mie cugine

Le acconciature che preferisco realizzare sono quelle romantiche, indicate per delle occasioni speciali. La bellezza dei capelli lunghi sta principalmente nella loro versatilità: si può avere una capigliatura diversa ogni volta che lo si desidera, acconciandoli.

Irene e Daniela sono mie cugine e portano i capelli lunghi sotto le spalle. Li hanno entrambe molto voluminosi, come i miei.

Nel mio vecchio blog, che per ragioni tecniche ho dovuto abbandonare a malincuore, vi ho parlato del roseto nato dalle mie mani sul capo della splendida sposa principessa Irene.


 I miei capelli li ho alzati a metà e ho fatto un cerchietto di twist intorno alla testa, lasciando la restante chioma sciolta e con morbidi riccioli.

Una spirale di trecce olandesi partono dalla testa per poi trionfare in un raccolto molto simile ad una grande rosa sbocciata delicatamente adagiata su una spalla.


Ho aggiunto dei piccoli fermagli strass per cercare dei luccichii e un grande fermaglio al centro del raccolto finale a forma di fiore.

 Ho applicato una lunga ciocca di extension a boccolo sotto il raccolto, per rappresentare lo stelo della rosa.


Oltre che della sposa mi sono occupata anche di acconciare i capelli della sorella,
Daniela. Su di lei ho realizzato una treccia francese a spina di pesce raccolta lateralmente sulla nuca, a riprodurre una splendida conchiglia, intonata al colore dell'abito da lei indossato di un blu petrolio molto intenso.



In un'altra occasione importante, il matrimonio del loro fratello, si sono affidate nuovamente alle mie mani per lasciarsi tessere ancora una volta le chiome e per me è stato un onore grandissimo.



Su Irene ho fatto un raccolto di twist da destra verso sinistra e viceversa, lasciando i capelli che nascono sulla nuca sciolti e con dei boccoli. Lei ha impreziosito l'acconciatura aggiungendo una forcina di pietre preziose.

Su Daniela ho fatto una treccia morbida laterale con elastici invisibili e soffici boccoli sulle punte rimaste sciolte.


Su di me ho realizzato tre acconciature con trecce e twist per poter impegnare quasi tutti i capelli, avendone troppi, voluminosi e lunghissimi. Una ciocca bassa l'ho lasciata sciolta e caduta su una spalla. Infatti ho indossato un abito lungo nero con un'unica spallina. La spalla scoperta l'ho
impegnata con quella ciocca.


Una bella foto ricordo tutte e tre insieme con gli abiti indossati durante il matrimonio.
A presto!
Angela Biotrucco

venerdì 27 gennaio 2017

Ricostruzione del personaggio di Elisabetta d'Austria♕Sissi

Per chi non lo sapesse sono laureata in beni culturali e dunque adoro le ricostruzioni che rimandano indietro nel tempo. Usi, costumi, abbigliamento, acconciature, make up, fanno parte della storia quanto i grandi e piccoli eventi.
Dopo la ricostruzione del personaggio storico-cinematografico di Cleopatra VII in occasione dell'evento al quale ho preso parte, il festival internazionale del cortometraggio, con il mio spettacolo di danze medio orientale, presentando delle coreografie tematiche, studiate su colei che ho scelto di interpretare, il mio secondo lavoro di trasformazione si focalizza sull'acconciatura e il trucco dell'imperatrice Elisabetta d'Austria, meglio conosciuta come Sissi.

Il video tutorial su Cleopatra

Vi assicuro che è stato molto entusiasmante studiare i piccoli dettagli sulla realizzazione del trucco e dell'acconciatura, sull'abito da indossare, i gioielli, la postazione per registrare il video e l'ultimo arduo lavoro di editing di una registrazione durata ben tre ore: tagliare le parti morte, velocizzare il punto in cui mi acconcio i capelli, selezionare i brani musicali più adatti, scegliere i pezzi più belli del risultato finale, facendoli coincidere con il ritmo della musica di sottofondo. Pur avendo impiegato molto tempo ed energie, sono soddisfatta del risultato finale, a parte qualche piccolo errore dovuto a una ripresa fatta sul treppiede da me medesima: qualche inquadratura decentrata o che taglia in parte la fronte dal mio volto. Sicuramente la prossima volta presterò una maggiore attenzione per evitare ciò.
Elisabetta era ossessionata dalla propria bellezza, aveva capelli castani, folti e lunghissimi, che le arrivavano da sciolti fino alle caviglie. 
Tre ore al giorno le venivano dedicate dalla parrucchiera Fanny Angerer per comporre prestigiose e affascinanti acconciature.
Una delle sue creazioni più famose fu l'acconciatura a corona, con grandi trecce raccolte sulla nuca. Essa divenne di moda a quell'epoca e venne dunque imitata da molte nobildonne, quale simbolo di aristocrazia.
Facciamo insieme un tuffo nel XIX secolo, con un trucco molto leggero, che risalta la delicatezza dei lineamenti del volto, e un raccolto ispirato a quello che rese famosi i capelli di Sissi.


Il video tutorial su Sissi



martedì 17 gennaio 2017

Preparazione dell'hennè

Ho molto atteso la pubblicazione e la registrazione di come preparo io l'hennè.
Non è da molto che ho iniziato ad applicarlo sui miei capelli, ma conoscevo già questa prodigiosa erbetta, capace di donare ai capelli una vitalità straordinaria e un colore sovrannaturale, quando la applicavo su mia madre.
Non sto decisamente esagerando, guardate coi vostri occhi come i miei capelli si sono trasformati e continuano a divenire sempre più belli applicazione dopo applicazione.
Applicazione dopo applicazione ho testato e sperimentato diverse metodologie che ho trovato sul web, a tal proposito cito il forum capellidifata.it, il canale youtube di Rozalia Bellezza Consapevole e quello di Pietro Another and more, che mi hanno fornito preziosi consigli.


Al momento sono giunta a conclusione che il metodo più veloce è anche il più efficace, almeno sui miei capelli, che presentano una decina di bianchi da coprire e il resto sono di un castano molto scuro, quasi nero con naturali riflessi blu e rossi al sole.
L'hennè ha colorato di rosso ciliegia i bianchi e ha ravvivato moltissimo i riflessi rossi sul resto della chioma. Preciso di usare hennè rosso freddo, lawsonia, purissimo, senza aggiunta di altre erbe.

Eccovi il video di preparazione dell'hennè in ci mostro anche il risultato ottenuto subito dopo:


Conto di approfondire questo argomento, facendo nuovi video. Se avete delle domande da farmi potete scrivermi nei commenti quì sotto al post o sotto il video su Youtube. Come sempre sarò ben lieta di rispondervi.

Angela Biotrucco